Archivio tag: Medicina Generale

Aprile 2017

Accogliamo in questo numero per la prima volta un contributo che ha come firma lo pseudonimo San Sebastiano. L’ iconografia su questo martire è sconfinata (da Caravaggio a Cima da Conegliano) e se qui lo troviamo raffigurato dal Mantegna infisso da una miriadi di frecce in nostro riferimento vuole andare invece alla leggenda che lo fece sopravvivere a tanta tortura continuando la sua opera di apostolato. Forse è quello a cui voleva accennare il medico di famiglia-autore che tratta un argomento spinoso come la responsabilità medico legale di un professionista cui sta cambiando velocemente lo status giuridico. Il richiamo è rivolto da una parte ai medici affinché si assicurino da pericoli molto reali di denunce di pazienti e dall’altra affinché si apra un dibattito sulla evoluzione di convenzioni e rapporti con il SSN alla luce della recente giurisprudenza.

 

Scarica la Rivista Completa

 

Agosto 2015

PICCOLO NON E’ PIU BELLO?  IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE:                                           DAVIDE DI FRONTE ALL’ EMERGENTE GOLIA “BIG DATA” DELLA SANITÀ

A Verona il 26 Settembre un appuntamento a cui siete tutti invitati

Per ulteriori informazioni rivolgersi a rosanna@omceovr.it, verona@fimmg.org

Lo slogan “piccolo e’ bello” diventò famoso dopo la pubblicazione con questo titolo del libro del filosofo ed economista Shumacher, nel 1973. Egli sosteneva tecnologie a misura d’uomo, decentralizzate e rispettose del capitale non finanziario (quello naturale, innanzitutto).Il pensiero di Shumacher ha avuto successo per decenni; il suo slogan era un pietra miliare con cui anche grandi entità ed aziende non potevano non confrontarsi.Oggi, invece, si sta imponendo l’idea che solo attraverso “Big Data” la società potrà cambiare.La corsa e’ verso l’Eldorado dell’universo iper-connesso, ove dovranno confluire, e diluirsi, piccoli gruppi, professionisti della scala minore (come i Medici di medicina generale) , esperienze telematiche su scala ristretta (come il Nostro Netaudit, www.netaudit.org).

Franco Del Zotti (MMG Verona)

 

Scarica la Rivista Completa

 

 

Dicembre 2012

QUALITÀ E RISCHIO CLINICO: A PROPOSITO DI CHIRURGIA MINORE DELLO STUDIO DI MEDICINA GENERALE IN ITALIA

Queste note nascono da uno dei tanti spunti di discussione con i colleghi di Netaudit che si chiedevano quale fosse la pratica di piccoli atti di chirurgia minore nella pratica quotidiana e se vi fosse un accordo su una minimum equipment list. Un rapido esame della letteratura italiana e anglosassone ha evidenziato come spesso gli atti che in Italia il singolo medico di famiglia svolge siano delegati all’estero al nursing che affianca i general practitioners, nelle group practice tanto che vi sono descrizioni dettagliate di procedure nei manuali per la qualità e la sicurezza per il personale ausiliario di UK, AU, NZ ,ma non specifiche per i medici. E bensì vero che esiste una amplia variabilità delle prestazioni chirurgiche erogate nelle cure primarie sia in Italia che in altri paesi. Ciò che si sottolinea è comunque una grande attenzione alla sicurezza soprattutto in merito alla diffusione di infezioni crociate.
Nel 1996 il NHS inglese autorizzava alcune pratiche chirurgiche nelle cure primarie e i documenti di consenso prevedevano anche la formazione attenta degli operatori al fini di ottenere una certificazione formale.

Mario Baruchello (MMG)

 Scarica la Rivista Completa